Convocazione Assemblea dei Soci

A TUTTI I SOCI

Ai componenti del Collegio Sindacale

Al Direttore

 

 

 

 

OGGETTO: CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SOCI

 

Presso la Sede sociale della OP Terra Orti, è convocata l’Assemblea ordinaria dei soci il giorno 28 giugno alle ore 09.00, in prima convocazione, ed occorrendo il giorno venerdì 29 giugno 2018 alle ore 17.30, in seconda convocazione, per discutere e deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO:

  1. Approvazione bilancio di esercizio con allegati chiuso al 31/12/2017;

deliberazioni inerenti e conseguenti;

  1. Varie ed eventuali.

 

Gli atti ed i documenti relativi agli argomenti posti in discussione sono disponibili presso la sede sociale.

Certi della Vs. presenza, vi lasciamo i nostri più cordiali saluti.

Eboli, 31/05/2018

 

Il Presidente del CdA

Dott. Alfonso Esposito

Convocazione Assemblea dei Soci

A TUTTI I SOCI

Ai componenti del Collegio Sindacale

Al Direttore

 

 

 

 

OGGETTO: CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SOCI

 

Presso la Sede sociale della OP Terra Orti, in via Bagnolo San Vito, è convocata l’Assemblea ordinaria dei soci il giorno mercoledì 28 giugno 2017 alle ore 11.00, in prima convocazione, ed occorrendo il giorno giovedì 29 giugno 2017 alle ore 17.00, in seconda convocazione, per discutere e deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO:

  1. Approvazione bilancio di esercizio con allegati chiuso al 31/12/2016;
  2. Varie ed eventuali.

Certi della Vs. presenza, vi lasciamo i nostri più cordiali saluti.

Eboli, 05/06/2017

Sport e Alimentazione, l’impegno di Terra Orti

Al via il progetto “Sport e Alimentazione”, una campagna promozionale svolta da Terra Orti in collaborazione con le principali associazioni sportive del territorio tra le quali ICI Sport, PB63 basket, Scuola calcio Paestum FOX, Scuola calcio IRIS,  ecc., con attività di formazione, informazione e degustazione nel corso di appositi incontri organizzati con i piccoli atleti. Gli incontri con i giovani sportivi hanno l’obiettivo di divulgare e diffondere, tra le fasce più giovani della popolazione che abitualmente praticano attività sportiva, i principi di una corretta alimentazione e la conoscenza dei benefici che possono derivare da un equilibrato apporto di frutta e verdura nella dieta. Il connubio tra sport ed educazione alimentare, quindi, costituisce l’elemento centrale della campagna di promozione che, già in corso in queste settimane, continuerà durante tutto l’anno 2017. Presso i corner espositivi è possibile, per i giovani sportivi, degustare le eccellenze della produzione ortofrutticola dell’OP ed acquisire, insieme al materiale promozionale, tutte le informazioni relative alla stagionalità dei prodotti, ai legami con il territorio ed agli aspetti nutrizionali e salutistici derivanti da un corretto ed equilibrato apporto di frutta e verdura nella dieta alimentare.

V Simposio Internazionale sul fico, Napoli dal 31 agosto al 3 settembre

Il V Simposio Internazionale sul fico si terrà presso la Sala Conferenze dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” (Italia) dal 31 agosto al 3 settembre, 2015 sotto gli auspici della Society for Horticultural Science (ISHS), organizzato dal Dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Napoli “Federico II” e dal Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali, Università di Palermo, con il patrocinio della Regione Campania, del Parco nazionale del Cilento e del Consorzio Fico essiccato del cosentino.

Il Fico (Ficus carica  L.) è ampiamente piantato in tutta la regione del Mediterraneo, ed è ben adattato alla siccità e alle alte temperature. L’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO, 2012) stima che i fichi vengono raccolte da 380.000 ettari, che producono più di un milione di tonnellate l’anno. La Turchia produce circa il 26% di fichi mondiale.

Opere storiche documentano l’importanza costante e l’apprezzamento di fichi nell’area del Mediterraneo: la raccolta dei fichi è stata rappresentata nella piramide di Giza, costruita nel periodo tra il 4000 e il 1500 ac; Plinio il Vecchio nella sua Storia Naturale menziona “Cento e undici osservazioni” sul fico.

Il Fico è arrivato in Italia, probabilmente durante la civiltà greco-romana. Da allora, la sua coltivazione si è diffusa rapidamente in tutte le regioni del Sud Italia, in particolare nel Cilento (Campania) ed a Cosenza (Calabria), dove la produzione di fico è protetta da due diversi denominazione d’origine protetta (DOP): “Fico Bianco del Cilento” e “Fichi di Cosenza“.

Tenendo conto delle più recenti scoperte scientifiche e tecniche, i principali argomenti da discussione sono:

  • Biodiversità e Genetica delle risorse;
  • Genomica e trascrizione  dell’informazione;
  • Albero Biologia e ecofisiologia;
  • Il Sistema Symbiosis caprificazione;
  • Riproduzione vegetale e Nursery dell’Organizzazione;
  • Piantare Sistemi e frutteto di Gestione;
  • Malattia e Pest Control;
  • Frutta di qualità e post-raccolta Technologies;
  • Uso industriale e farmacologica della figura;
  • Marketing.

Il programma prevede conferenze tenute da relatori invitati in ciascuna delle sessioni ed un , tour tecnico nel Cilento (Campania), in tutta l’area della Denominazione di Origine Protetta “Fico Bianco del Cilento”.

Terra Orti, che da alcuni anni si sta occupando della commercializzazione del fico cilentano, parteciperà ai lavori di lunedì 31 agosto e di martedì 1 settembre con uno spazio espositivo e con incontri informativi sul progetto di ricerca New Orto Chain.

Informazioni relative al Simposio sono sul sito web: http://www.soishs.org/fig.

Bando di selezione per attività di supporto al progetto CIL.CA.VA

Premessa

La società cooperativa Terra Orti, con sede legale in via Bagnolo San Vito – Eboli (SA), in qualità di Partner dell’ATS costituitasi per la realizzazione del progetto di ricerca “La castagna cilentana: una risorsa da valorizzare – CIL.CA.VA.” finanziato ai sensi del PSR Campania 2007-2013, asse 4 – Approccio Leader, ed a valere sulla misura 41, sottomisura 411 Misura 124 “cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo e alimentare e settore forestale” – provvedimento di concessione n. 32 del 10/01/2014 GAL Casacastra – CUP B73D13000920006.

Art. 1 – PIANO DI PROGETTO

Attività di progetto: Oggetto del contratto è la fornitura di consulenza alla società cooperativa Terra Orti in ordine all’attuazione della divulgazione del progetto di ricerca “La castagna cilentana: una risorsa da valorizzare – CIL.CA.VA.”. La funzione e l’attività di consulenza richiesta al soggetto selezionato si sostanzierà nel garantire un qualificato supporto nella divulgazione dei risultati del progetto “CIL.CA.VA.”

Sede di svolgimento: presso la sede della società cooperativa Terra Orti, in via Bagnolo San Vito – Eboli (SA);

Durata: fino alla conclusione del progetto;

Compenso: € 2.000,00 (euro duemila/00) oltre IVA e CAP;

ART. 2 – REQUISITI PER L’AMMISSIONE

Possono partecipare alla selezione coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • Laurea in Scienze della comunicazione, Scienze politiche, Scienze agrarie e titoli equipollenti
  • Svolgimento dell’attività da almeno 5 anni
  • Possesso di Partita IVA

I candidati potranno essere persone fisiche o giuridiche o enti pubblici di ricerca. Nel caso di società, le stesse dovranno essere nel pieno della propria capacità giuridica, non dovranno essere dichiarate fallite o assoggettate ad altre procedure processuali.

L’assenza anche di uno solo dei suddetti requisiti di ammissione renderà nulla la domanda.

Art. 3– MODALITA’ DI PRESENTAZIONE

La domanda di ammissione alla selezione, redatta su carta semplice secondo lo schema allegato a questo bando, dovrà pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 07/07/2015, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, all’indirizzo terraorti@pec.terraorti.it o consegnata a mano, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 12:30 presso la sede della società cooperativa Terra Orti, in via Bagnolo San Vito – Eboli (SA), indicando sulla busta cognome, nome ed indirizzo del candidato e la dicitura:

“BANDO DI SELEZIONE DI N. 1 CONSULENTE PER L’ATTIVITA’ DI SUPPORTO ALL’ATTUAZIONE DEL PROGETTO DI RICERCA CIL.CA.VA. – Esperto in divulgazione”.

Successivamente a tale termine non saranno accettati ulteriori documenti anche se sostitutivi o integrativi dei precedenti.

Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente, ove per qualsiasi motivo lo stesso non giunga a destinazione entro la data e l’ora suindicati.

La procedura di presentazione della candidatura prevede la compilazione della domanda (vedi Allegato A -Domanda) corredata da:

  • curriculum vitae del candidato redatto secondo il formato europeo, firmato in ogni pagina, con autorizzazione al trattamento dei dati personali come da D.Lgs. n. 196/2003, e corredato dell’autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000 e s.m.i;
  • in caso di persona giuridica, dichiarazione che la ditta rappresentata non si trova in stato di fallimento, di liquidazione, di cessione di attività o di concordato preventivo, ovvero che a carico non sia in corso un procedimento per ciascuna di tali circostanze.
  • copia fronte retro del documento di identità in corso di validità debitamente firmato in originale (in caso di persona giuridica copia del documento di identità del legale rappresentante);

Dalla domanda dovrà risultare, altresì, il recapito eletto ai fini di ogni comunicazione relativa al bando (indicare via, numero civico, C.A.P., città, provincia, numero telefonico, indirizzo e-mail, pec).

L’aggiudicazione avverrà sulla base delle modalità indicate nel successivo art. 4.

Trascorso il termine fissato non sarà riconosciuta valida alcuna altra offerta, anche se sostitutiva od aggiuntiva di quella precedente.

Il candidato sarà escluso dalla gara nel caso in cui:

  • manchi o risulti incompleta o irregolare la dichiarazione richiesta;
  • manchi o risulti incompleta la documentazione a corredo richiesta.

Art. 4 – MODALITA’ DI AGGIUDICAZIONE

Le operazioni di valutazione delle domande, da parte della soc. coop. Terra Orti avranno inizio entro giorni 15 (quindici) dalla data di scadenza della presentazione delle domande del presente avviso.

Elementi di valutazione saranno:

  • esperienza lavorativa (fino a 40 punti);
  • altri titoli (fino a 15 punti);

I candidati che avranno ottenuto un punteggio minimo di 35 punti saranno ammessi ad un colloquio informativo (max 20 punti) tendente ad accertare le competenze richieste per l’affidamento dell’incarico.

Terra Orti soc. coop. si riserva la facoltà di revoca, modifica o annullamento del presente bando nonché la facoltà di non procedere all’affidamento dell’incarico, a suo insindacabile giudizio.

La partecipazione alla selezione obbliga i concorrenti all’accettazione delle disposizioni del presente avviso.

Il punteggio complessivo da attribuire a ciascun concorrente sarà il risultato della sommatoria dei punti assegnati sulla base dei citati parametri.

ART. 5 – FORMALIZZAZIONE DEL RAPPORTO E LIQUIDAZIONE DEL CORRISPETTIVO

Il conferimento dell’incarico avverrà mediante la stipula di un contratto di consulenza specialistica. L’attività di progetto avrà decorrenza dal primo giorno utile dopo la stipula del contratto.

Il consulente dovrà presentare per il pagamento la fattura relativa alla fornitura eseguita, che sarà saldata entro i successivi 30 giorni.

ART. 6 – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

I dati personali trasmessi dai candidati con le domande di partecipazione alla procedura selettiva, ai sensi degli articoli 10 e 12 della legge n. 675 del 31 dicembre 1996, saranno trattati esclusivamente per le finalità di gestione della presente selezione.

 

Eboli, 22/06 /2015

         Il Presidente del CDA

         Dott. Alfonso Esposito

Approvato bilancio di esercizio 2014

Approvato dall’assemblea dei soci il bilancio di esercizio al 31/12/2014 della OP Terra Orti. L’ incontro, presenti quasi la totalità dei soci produttori, ha visto la partecipazione, tra gli altri, dell’On. Gioacchino Alfano Sottosegretario di Stato alla Difesa, del dott. Corrado Martinangelo in rappresentanza del Ministro dell’ Agricoltura On. Maurizio Martina, del dott. Claudio Ansanelli Dirigente dell’ Assessorato Agricoltura Regione Campania, del Presidente di Legacoop Campania Mario Catalano, del Presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo, del Presidente di Coldiretti Salerno Vittorio Sangiorgio. Il 2014, nonostante il perdurare di una generalizzata situazione di crisi, è stato un anno di crescita per l’ OP Terra Orti: lo confermano i dati del bilancio sociale approvato dall’assemblea dei soci il 03 maggio 2015. Il trend di crescita è riassunto efficacemente nella cifra dei 53 milioni di fatturato con oltre il 20% di incremento rispetto al precedente esercizio 2013. Per il Presidente Alfonso Esposito il 2014 è stato un anno molto produttivo seppur vissuto all’insegna delle difficoltà e dell’emergenza, anche a causa delle condizioni climatiche avverse. E’ stato, però, anche un anno in cui si è apprezzata l’ utilità degli investimenti compiuti e il grande impegno profuso in ricerca e sviluppo. Ora bisogna mantenere alti gli obiettivi e ingranare la quarta in questo anno 2015. Il lavoro di programmazione e pianificazione svolto dal Consiglio di Amministrazione ha mostrato la sua efficacia, in un contesto in cui continua ad affermarsi il calo dei consumi di ortofrutta, i risultati della gestione sono stati più che soddisfacenti. Secondo il direttore Emilio Ferrara quella della OP è una gestione di grande equilibrio, che consente di reggere la terribile crisi del nostro Paese grazie sia all’attività di penetrazione sul mercato svolta dalla OP che, sopratutto, alla grande capacità di innovazione delle aziende agricole associate che non hanno mai smesso di investire per essere sempre al passo con le nuove tecnologie e puntando sul miglioramento qualitativo dei prodotti e sulla ottimizzazione dei costi di gestione per mantenere la propria solidità.

Nuovo mandato per il Presidente Esposito e il CdA

Giovedì 18 dicembre, nel corso di una partecipata assemblea dei soci, è stato eletto il Consiglio di Amministrazione che governerà, per i prossimi 3 anni, la più grande Organizzazione di Produttori della Campania. Rinnovato il mandato al Presidente Alfonso Esposito, che ha illustrato i risultati raggiunti nel trienni trascorso, tra i quali la realizzazione di un nuovo stabilimento ad Eboli, l’ampliamento della base associativa e delle produzioni offerte e l’incremento dei volumi e dei valori di vendita di oltre il 20%. Al Presidente Esposito si affiancheranno i consiglieri Gerardo Alfano, Camillo Ambruoso, Lucio Carrafiello, Raffaele Pastore, Nunzio Punzi e Irma Sorgente. Confermati anche i componenti del collegio sindacale, i revisori Francesca Curcio, Arturo Denza e Massimo Foglia e la direzione generale al Direttore Emilio Ferrara. Nell’occasione sono stati illustrati ai partecipanti i progetti di sviluppo che l’OP ha programmato per i prossimi anni partendo dalle numerose attività di ricerca e sviluppo implementate nel corso del mandato e che porteranno, a partire dai prossimi mesi, alla introduzione di nuovi prodotti e processi produttivi all’interno dell’OP.

Distretto Pomodoro da Industria Centro Sud Italia

Terra Orti tra i costitutori del Polo distrettuale del pomodoro da industria del Centro Sud Italia, una aggregazione di filiera nata dalla volonta’ delle parti di autoregolamentarsi, in assenza di una specifica previsione normativa. Il Polo distrettuale è composto dalla quasi totalità delle aziende di trasformazione del pomodoro e dalle Organizzazioni di Produttori. Un risultato importante raggiunto grazie all’impegno e alla tenacia di tutti gli attori della filiera, ed in particolare delle Unioni delle organizzazioni dei produttori ortofrutticoli Italia Ortofrutta e Unaproa, e dell’Anicav (Associazione nazionale industriali conserve alimentari vegetali). Il Distretto, che abbraccia le regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Molise, Puglia, Toscana, Sicilia e Sardegna, rappresenta l’organo regolatore dei rapporti di filiera in termini di governo delle strategie e di gestione delle informazioni e dei dati utili a supportare le scelte produttive e quelle di mercato. Compito del Distretto, quindi, il coordinamento e l’integrazione tra i diversi soggetti della filiera per rilanciare l’immagine del settore del pomodoro da industria del Centro Sud Italia e, al contempo, del prodotto che nel mondo ci contraddistingue, il pomodoro pelato, che sempre più perde quote di mercato a vantaggio di prodotti, quali polpa e passata, che anche i nostri competitors producono.